Daniele: “Fatti prevedibili, non ci hanno ascoltato. Il Pd intervenga subito”

Il video di Fanpage e gli episodi testimoniati chiaramente dalle immagini mostrano un quadro desolante che, purtroppo, era stato ampiamente annunciato. Sono mesi che denunciamo inascoltati l’incapacità del gruppo dirigente del partito di elaborare una proposta credibile per Napoli. È mancata la volontà politica di rompere con il passato e la forza di garantire autonomamente un progetto da presentare ai cittadini napoletani. I fatti in discussione sulle primarie vanno fortemente stigmatizzati e gettano un’ombra inquietante sulla consultazione e sulla partecipazione. Purtroppo, ancora una volta, siamo sotto i riflettori dei mass media per episodi che danneggiano l’immagine dei tantissimi elettori, militanti e dirigenti in buona fede di questa grande comunità che è il PD e, più in generale, il centrosinistra a Napoli. A questi fatti non ci possiamo rassegnare, abbiamo più volte denunciato le carenze organizzative e l’ubicazione dei seggi; abbiamo più volte chiesto con forza l’abolizione del pagamento della sottoscrizione e un elenco fisso delle sedi delle primarie; abbiamo soprattutto chiesto che le primarie non diventassero una guerra tra bande in cui l’esito diventa esiziale per il “nemico”, purtroppo abbiamo parlato invano. Adesso dobbiamo, senza incertezze, accertare i singoli episodi e prendere i dovuti provvedimenti, questo per rispetto ai nostri volontari che hanno tenuto aperti i seggi domenica, ai tanti elettori che ci sostengono e ai simpatizzanti del centrosinistra che non vogliono rassegnarsi a questa immagine stereotipata e avvilente della nostra città e del nostro partito.