Gianluca

Sono sposato con Federica e ho una figlia di 6 anni, Caterina. Negli anni Novanta sono stato presidente nazionale di Tempi Moderni, associazione giovanile della Cgil, e fondatore del sindacato dei nuovi lavori NIdiL. Per oltre dieci anni sono stato segretario generale del sindacato dei lavoratori della Comunicazione di Napoli e della Campania Slc e, fino ad oggi, segretario della Cgil Napoli.

Tra le battaglie che ho condotto, quelle che hanno portato alla stabilizzazione di migliaia di giovani lavoratori nei call center e quelle per il rilancio del comparto della cultura (a cominciare dal Teatro San Carlo), ma anche quelle sulla legalità e i diritti, prima pietra per costruire una società giusta.

Il mio impegno per la politica è sempre stato vivo. Di formazione cattolica, partecipo con Pierre Carniti all’esperienza dei Cristiano sociali e poi entro nei Ds. Aderisco, infine, al Partito democratico del quale sono membro dell’Assemblea nazionale, eletto nel collegio di Napoli nelle primarie del 2013. Un impegno che ho coltivato in particolar modo all’interno dell’Associazione Merqurio che ho fondato, insieme a tanti altri amici, oltre dieci anni fa.

Mi batto per costruire un Pd che non dimentichi i deboli, chi non ha il lavoro e il Sud. Mi candido anche per dimostrare, prima a me stesso, che il mondo del lavoro è capace di produrre innovazione e portare in politica i valori e la forza del lavoro, unico mattone solido sul quale costruire il futuro della Campania.